Esclusivo – Pippo Gianni a Gennuso: lascia l’Ars

“Per opportunità politica e morale dovrebbe lasciare l’Ars” così Pippo Gianni a Gennuso dopo la sentenza della Cassazione.

Pippo Gennuso patteggia 14 mesi per traffico d’influenze. Per la legge Severino deve lasciare l’Ars ma il suo avvocato, l’avv. Taormina annuncia battaglia!

Non si da per sconfitto, come suo costume, l’On. Pippo Gennuso che alla sentenza della Cassazione si oppone pensando ad un ulteriore ricorso.

Il sindaco di Priolo Gargallo, Pippo Gianni ha replicato alla sentenza affidando a canale8news una nota, replicando all’articolo pubblicato sabato dal GdS. Ne approfittiamo per fare qualche domanda….

Pippo Gianni

Cosa si sente di dire dopo il patteggiamento di Gennuso sulla vicenda che lo ha visto inquisito per traffico di influenze?

 La mia meraviglia è stata quando ho letto che la inquisizione di corruzione è stata derubricata in traffico di influenze, per me sono stranezze italiane, Come se lo spiega lei?

Gennuso ha affermato che è vittima di concussione, che ha pagato solo parcelle non sentenze e che parenti di Amara e Calafiore non si sarebbero astenuti dal giudicarlo e sarebbero incompatibili?

Non conosco i retroscena – afferma Gianni – e non posso giudicare e rispondere a questa domanda. Sarebbe meglio chiedere ad Amara e Calafiore se lo hanno concusso oppure no. Per me – continua Gianni – Gennuso ha stravolto l’assetto politico, – dopo che sono stato cacciato dall’Ars da una sentenza assurda, io di fatto sono entrato in una crisi psicologica che mi ha impedito di candidarmi nelle successive competizioni elettorali senza considerare quanto avrei potuto dare alla mia comunità in quei tre anni in cui sono stato defenestrato dal mio incarico, a partire dalla legge sulla burocrazia zero che avevo presentato, piuttosto che l’altra legge sull’amianto che aveva una dotazione economica di 21.500.000 che appena uscito dall’assemblea sono stati stornati in altri capitoli e in altre provincie.

Quindi lei si sente vittima di un sistema che lo avrebbe fatto fuori?

Non mi sento, sono vittima di tutto questo, lo dicono le carte non io! Gennuso ha portato avanti tutto per il “titolo” di deputato, io lo ero deputato e mi hanno cacciato non so ancora per quale motivo.

Quale è la sua prossima mossa?

Ho chiesto al CGA la revocazione della sentenza con la quale il Giudice De Lipsis ci mando a votare in 6 sezioni di Pachino e 3 di Rosolini. Mi aspetto la certezza della giustizia.

In tutto questo, l’On. Pippo Gennusso ha già spiegato il suo punto di vista sul GdS. La nostra redazione rimane a disposizione per eventuale replica alle affermazioni di Pippo Gianni.

Pubblicità
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: