Emissioni di fumi presso Umberto I: i chiarimenti dell’ASP

In riferimento alla segnalazione di un cittadino relativa alla emissione di fumi nell’area dell’ospedale Umberto I di Siracusa pubblicata oggi da alcuni organi di stampa, il direttore generale dell’Asp di Siracusa Salvatore Brugaletta ha chiesto chiarimenti all’Ufficio Tecnico aziendale al fine di tranquillizzare i residenti nella zona:

“Il gruppo elettrogeno – spiega il direttore dell’Ufficio Tecnico Sebastiano Cantarella – insieme ai gruppi di continuità, rappresentano il cuore dell’ospedale ed oltre ad essere previsti dalle norme specifiche sull’alimentazione elettrica di soccorso delle strutture sanitarie devono essere adeguatamente dimensionati e manutenuti.

Questo sistema sopperisce ad una eventuale mancanza di elettricità quando avviene una interruzione di fornitura del servizio sulla rete elettrica pubblica, sganciandosi da quest’ultima ed entrando in regime di autoproduzione.

L’Umberto primo, che è il nosocomio più grande e di riferimento dell’intera provincia, ha installati due gruppi elettrogeni dotati di motori Deutz a sedici cilindri da mille kilowatt, alimentati a gasolio, che sono in grado di sopperire alla mancanza di energia elettrica per tutta la struttura ed i servizi connessi. Il funzionamento in emergenza avviene per poche ore l’anno mentre l’autodiagnosi, ovvero la verifica di funzionamento, ha cadenza settimanale, con avvio a vuoto per pochi minuti, così come previsto dalle norme antincendio ed annotazione sugli appositi registri.

Come in qualunque motore diesel all’accensione, per circa 2 minuti, per eccesso di carburante utile per l’avvio, si nota una emissione di fumo nero, subito cessata e stabilizzata nei minuti successivi. Le emissioni di tale impianto avvengono in un intervallo di tempo brevissimo, due minuti ogni sette giorni – rassicura Cantarella – quindi poco significative rispetto ad un più generale inquinamento atmosferico”.

 

Pubblicità

Ilaria Greco

Direttrice responsabile della testata giornalistica di Canale 8. Laureata presso l'Università degli Studi di Palermo, ha avuto diverse esperienze in varie redazioni giornalistiche sia televisive sia della carta stampata (TV ALFA, TRC, TV Europa, Canale 8, Lu Papanzicu - periodico di informazione, Europubblik - Ravanusa) nonché significative esperienze in alcuni programmi Rai e Sky (L'Italia sul Due, La Vita in Diretta, London Live 2.0, Volo in Diretta, I soliti Ignoti, Sky Calcio Show). Attualmente si occupa giornalmente del telegiornale, prepara servizi televisivi e scrive articoli per sito il web dell'emittente, coordina la redazione, gestisce il sito e ne cura la diffusione. Inoltre conduce il TG, la rassegna stampa, dirette televisive in occasione di eventi importanti nel panorama locale e programmi di approfondimento culturale e politico, di cui spesso è lei stessa l'ideatrice. La passione per la scrittura giornalistica va di pari passo alla scrittura poetica: ha partecipato all’evento internazionale “1oo Thousand Poets for Change” organizzato dalla Stanford University (California) e al concorso “I poeti del mandorlo e della natura” nell’ambito della 69° Sagra del Mandorlo in Fiore e 59° Festival Internazionale del Folklore, ricevendo una menzione speciale. Collabora con l'Istituto Superiore di Giornalismo in qualità di docente/relatrice e collabora all'organizzazione di corsi di aggiornamento. Avendo, inoltre, una preparazione culturale di ambito archeologico, ha collaborato con alcune riviste scientifiche e ha partecipato ad importanti campagne di scavo archeologico.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: