Comiso – Giovane 18enne muore precipitando dal tetto di un capannone dell’azienda del padre.

Si chiamava Giovanni Distefano, 18 anni, il giovane morto questo pomeriggio dopo essere precipitato dal tetto di un capannone nell’azienda gestita dal padre nella zona artigianale di Comiso. Il ragazzo era sul capannone dove erano montati i pannelli dell’impianto fotovoltaico: pare abbia messo il piede in fallo sfondando la copertura e precipitando da un’altezza di circa 8 metri. Il ragazzo nella caduta ha battuto violentemente il capo: è morto sul colpo. L’azienda, gestita dal padre della vittima Salvatore Distefano lavora nel settore della produzione di manufatti in cemento e perforazioni. Per i rilievi del caso sono intervenuti i Carabinieri e i Vigili del fuoco.
Andrea Bologna

Pubblicità