Cinema di Frontiera Edizione itinerante che parte da Marzamemi

Cinema di Frontiera Edizione itinerante che parte da Marzamemi

Una edizione per non cancellare la storia e tenere vivo il legame con Marzamemi.

In attesa di un ritorno in grande stile.

La 19esima edizione del Festival internazionale del Cinema di Frontiera sarà inaugurata sabato 7 dicembre alle 18 nella tonnara di piazza Regina Margherita a Marzamemi,

Cinema di Frontiera Edizione itinerante che parte da Marzamemi
Cinema di Frontiera Edizione itinerante che parte da Marzamemi

ma le proiezioni saranno ospitate a Vittoria (Rg) dal Peace film Fest, dal 9 al 13 dicembre.

“Quello che è accaduto – dichiara il direttore artistico, Nello Correale

ci deve far riflettere ma non abbattere.

Quest’anno il festival sarà itinerante, partirà da Marzamemi e poi si sposterà a Vittoria mantenendo la stessa struttura, seppur in maniera ridotta.

Il borgo marinaro è e rimarrà il punto di riferimento di questo festival, sperando che il prossimo anno si possa tornare a pieno titolo con la 20esima edizione”.

La macchina è sempre la stessa: la direzione artistica di Correale e l’organizzazione a cura di Centro commerciale naturale Marzamemi e Cinecircolo Cinefrontiera, con l’immancabile sostegno dev’assessorato regionale al Turismo e della Banca di credito cooperativo di Pachino.

Dieci film corti selezionati, film e documentari provenienti da varie parti del mondo, tra cui Sea – watch 3

di Jonas Schreijag e Nadia Kailouli, a raccontare le frontiere in tutte  le sue declinazioni.

Due film in anteprima, Santa Subito, vincitore alla Festa del Cinema di Roma 2019 ,

presentato dal suo autore Alessandro Piva e Sole di Carlo Sironi presentato in concorso al Festival di Venezia e Toronto

e che sarà presente al festival anche con un ricordo filmato di suo padre Alberto, e  Magic Show il film corto di Andrea Traina con Nino Frassica e Lucia Sardo.

Mercoledì dalle 18,30 in poi ci sarà un momento dedicato a Sebastiano Gesù e Gesualdo Bufalino: prima la presentazione del libro del critico cinematografico

La magnifica visione – il paesaggio siciliano nel cinema”,

a seguire la proiezione di “Auguri don Gesualdo” di Franco Battiato e alle 20,30 la versione restaurata e integrale del film “L’enfant du paradis”, il capolavoro di Marcel Carnè amato da Gesualdo Bufalino.

Un evento che ricorda “l’arte del cinema” e verrà presentato come un “suggerimento” di Sebastiano Gesù, che

continua a collaborare col Cinema di Frontiera  tramite l’enorme patrimonio di studio e di ricerche che ha lasciato.

Giovedì pomeriggio è previsto un momento di premiazione.

Alla presentazione di Marzamemi sarà presente la direzione del Peace film fest di Vittoria, che consolida un legame con il nostro festival e con la città di Pachino. E quello tra Vittoria e Pachino è un legame a doppia mandata: due città che vedono nel cinema, nel festival e nella cultura un mezzo per riscattarsi da un presente difficile che coinvolge le amministrazioni e le comunità.

 

Pubblicità
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: