Blocco della bretella del viadotto di contrada Targia: le proteste del Nuovo centro destra

I Circoli del Nuovo Centrodestra di Siracusa, in seguito all’annuncio da parte del Primo Cittadino dello sblocco procedurale per la costruzione della bretella provvisoria adiacente il viadotto in contrada Targia ed alla distrazione delle somme destinate, invece, alla riqualificazione energetica degli Istituti Scolastici della città e del sito di Via Algeri destinato al nuovo Comando per i Vigili Urbani, manifestano piena adesione alla posizione di dissenso assunta dal Consigliere Salvatore Castagnino, coerentemente con il suo mandato elettorale. More solito, viene ad essere bistrattato e derubato il capitolo di spesa relativo alla conoscenza, per il quale, anche se in senso lato, venivano impiegate ben due consulenze professionali esterne che, al di là della retorica circa l’opportunità o meno di impiegare dette figure dal compenso esoso per le modeste casse comunali, non ultimeranno i lavori di adeguamento energetico delle scuole cittadine, notoriamente deteriorate, con aggravio di spese relative alle utenze e futilità dei loro compensi. Essi, poco tempo fa, sostenevano di “Puntare ad una gestione intelligente delle risorse e di ripensare ad un futuro sostenibile, partendo dalle scuole”; ad oggi si riparte da un’opera di effimera costruzione di un’inutile bretella sostitutiva, quando l’amministrazione non riesce a recuperare le somme né dimostra di averne l’intenzione, anche alla luce del crollo del viadotto Himera. Vogliano quindi con immediatezza dimostrare, unitamente all’Assessore alle Politiche Scolastiche Valeria Troia, quale impatto abbiano avuto le loro attività stentatamente percepite dalla cittadinanza – ovvero, per citarne una, il riciclo dell’alluminio nelle scuole come impulso alla creazione di una coscienza collettiva basata sulla sensibilizzazione al rispetto dell’ambiente e all’ecosostenibilità – ma, soprattutto, quali azioni concrete e costruttive, in assenza di risorse economiche, intendano perseguire nell’immediato futuro nell’ambito dell’amministrazione scolastica (ricordiamo all’Assessore che è in atto una decade di protesta promossa dal personale scolastico nazionale) e della razionalizzazione energetica. In attesa di queste risposte a cui anela quell’elettorato con cui siamo in costante e proficuo colloquio, se non soddisfacenti, chiederemo, tramite il nostro rappresentante al civico consesso, la revoca degli incarichi ai due esperti del settore energetico e le dimissioni dell’Assessore alle Politiche Scolastiche, Educative, Giovanili, Decoro Urbano, Informatizzazione e Modernizzazione, Sig.ra Valeria Troia.
Prof.ssa Annalisa Romeo Cavarra, Presidente del Circolo del Nuovo Centrodestra “Reyhaneh Jabbari”, per i Presidenti dei Circoli NCD di Siracusa.

Pubblicità
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: