Avola,”Le religioni condizionano ancora il cammino delle donne”: convegno nella sala Frateantonio giovedì prossimo

Le religioni condizionano ancora il cammino delle donne” è il titolo del convegno, in programma il 26 novembre alle ore 16 presso il Cenacolo dei Domenicani, meglio noto come sala Frateantonio. L’evento, organizzato dal Centro Antiviolenza Doride col patrocinio del Comune di Avola ed in corso di accreditamento presso l’Ordine degli avvocati di Siracusa, si focalizzerà sulla condizione femminile nelle società in cui prevale la religione monoteista. Punto di partenza per gli spunti di riflessione sarà il libro “Dio odia le donne” che costituisce  l’ultima fatica letteraria della scrittrice Giuliana Sgrena, giornalista de “Il Manifesto”, corrispondente di guerra, che sarà ospite al convegno. “Con lei – spiega l’avvocata Gabriella Tiralongo, che collabora con il centro antiviolenza Doride di Avola – si discuterà proprio delle religioni monoteiste, della loro capacità di adeguarsi al cambiamento, della matrice della discriminazione delle donne, parte centrale del libro. Raccoglieranno le provocazioni del libro, Veronica Giorgianni, Avvocata, Dottoressa di ricerca in Diritto privato e dell’economia, Docente di diritto civile presso la Scuola di Specializzazione per le Professioni Legali della Sicilia Centrale dell’Università Kore di Enna che interverrà sul tema “L’evoluzione legislativa in Italia e la complementarietà della donna rispetto all’uomo”, mentre Souadou Lagdaf, Docente di Storia dei Paesi Islamici presso l’Università di Catania,Struttura didattica di Ragusa, relazionerà sul tema “Le leggi Islamiche e gli alibi per il patriarcato”. L’incontro rappresenta un altro importante tassello di un percorso di riflessione sulla condizione femminile iniziato a novembre, in occasione della “Giornata internazionale contro la violenza sulle donne”, con le scuole e con la città finalizzato a sensibilizzare e prevenire, fortemente voluto dall’amministrazione comunale, assessorato alle pari opportunità, delega all’architetto Simona Loreto, in sinergia col Centro Antiviolenza Doride presieduto dall’avvocata Dorotea Romano”.

Pubblicità

Ilaria Greco

Direttrice responsabile della testata giornalistica di Canale 8. Laureata presso l'Università degli Studi di Palermo, ha avuto diverse esperienze in varie redazioni giornalistiche sia televisive sia della carta stampata (TV ALFA, TRC, TV Europa, Canale 8, Lu Papanzicu - periodico di informazione, Europubblik - Ravanusa) nonché significative esperienze in alcuni programmi Rai e Sky (L'Italia sul Due, La Vita in Diretta, London Live 2.0, Volo in Diretta, I soliti Ignoti, Sky Calcio Show). Attualmente si occupa giornalmente del telegiornale, prepara servizi televisivi e scrive articoli per sito il web dell'emittente, coordina la redazione, gestisce il sito e ne cura la diffusione. Inoltre conduce il TG, la rassegna stampa, dirette televisive in occasione di eventi importanti nel panorama locale e programmi di approfondimento culturale e politico, di cui spesso è lei stessa l'ideatrice. La passione per la scrittura giornalistica va di pari passo alla scrittura poetica: ha partecipato all’evento internazionale “1oo Thousand Poets for Change” organizzato dalla Stanford University (California) e al concorso “I poeti del mandorlo e della natura” nell’ambito della 69° Sagra del Mandorlo in Fiore e 59° Festival Internazionale del Folklore, ricevendo una menzione speciale. Collabora con l'Istituto Superiore di Giornalismo in qualità di docente/relatrice e collabora all'organizzazione di corsi di aggiornamento. Avendo, inoltre, una preparazione culturale di ambito archeologico, ha collaborato con alcune riviste scientifiche e ha partecipato ad importanti campagne di scavo archeologico.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: