Avola, tombolata dell’Epifania con i rifugiati del centro Sprar 

Avola (05/01/2016) – Insieme verso l’inclusione, Tombolata solidale al centro SprarGrande festa alla vigilia dell’Epifania al centro Sprar di Avola. L’evento è stato organizzato dagli operatori dell’Associazione Santo Stefano di Solarino, che gestisce il servizio in convenzione con il comune di Avola, con l’intento di favorire l’integrazione sociale dei nuovi arrivati presso il centro di accoglienza. Il comune di Avola accoglie attualmente due Centri Sprar che ospitano circa 20 richiedenti/titolari di protezione internazionale di età compresa tra i 18 e i 30 anni provenienti per lo più dal Gambia, Senegal, Nigeria, Etiopia, Mali. L’Amministrazione Cannata, sensibile alla problematica dell’immigrazione, ha sostenuto fortemente tutte le iniziative volte all’inserimento sociale e lavorativo degli ospiti del centro, grazie a specifici finanziamenti concessi dal Ministero.

Gli operatori del Centro, affiancati dalla Responsabile Sofia Labid, si occupano non solo della loro accoglienza ma soprattutto della loro integrazione. Infatti, oltre all’ospitalità nelle strutture ricettive, il percorso di inserimento, prevede l’erogazione di altri servizi che l’Ente gestore si impegna ad elargire in sinergia con le realtà presenti nel territorio. Presenti all’evento alcune realtà del territorio che hanno dato un contributo per favorire dei momenti di socializzazione con gli ospiti del centro. Ad animare la serata i ragazzi del Servizio Civile Nazione Progetto “Minori in Primo Piano” coordinati dagli OLP Fabio Portuesi e Marinella Campisi.

Pubblicità