Avola: Premio Tina Amato e “Penna Maestra” in memoria di Gregorio Valvo al convegno di domani in occasione della Giornata Mondiale del Rifugiato

“Immigrazione e mass media, il ruolo della comunicazione nei processi d’integrazione dei richiedenti asilo. Linguaggio, metodologie e tecniche di chi deve lavorare in rete al servizio della società civile” è il titolo del convegno formativo rivolto a giornalilsti ed assistenti sociali che si svolgerà domani dalle 9.00 alle 14.00 al teatro “Garibaldi” del Comune di Avola. L’evento è organizzato dall’Associazione Santo Stefano Onlus e prevede anche la consegna il premio Tina Amato 2018 e la “Penna Maestra” in memoria di Gregorio Valvo. Il primo dedicato alla volontaria, insegnante in pensione, che ha consacrato la propria vita al sociale e all’integrazione. Il secondo dedicato al noto giornalista siracusano scomparso lo scorso 10 giugno.

All’incongtro interverranno  Francesco Pira, sociologo docente di Comunicazione all’Università di Messina, sul tema “globalizzazione e migrazione: i media, la spettacolarizzazione e la controinformazione dei social network”; Giuseppe Cascio, giornalista professionista, sul tema “giornalismi di frontiera e comunicazione responsabile, dalla carta stampata alla tv, all’on-line, la mobilitazione della categoria”; Maria Concetta Storaci, segretaria dell’”Ordine nazionale degli assistenti sociali”, sul tema “minori non accompagnati e solidarietà internazionale, l’impegno attuale dell’intera società civile”;  Carlo Gilistro, presidente dell’associazione “Pediatri per il sociale”, sul tema “il sogno di una città dei ragazzi, perché la felicità sia un diritto di tutti”. Coordina di lavori il giornalista professionista Damiano Chiaramonte

Pubblicità
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: