Avola: La Tari aumenterà del 10%. Se ne discuterà in consiglio comunale ma già Tardonato di “Cantiere popolare” e Rossitto di “Insieme per Avola” si dichiarano contrari

La  TARI per l’anno 2018 aumenterà del 10%. Questo è quanto emerso in commissione consiliare quando il consigliere di opposizione Francesco Tardonato di cantiere popolare,  ha chiesto delucidazioni al responsabile comunale del settore il geometra Macauda. Pare, stando a quanto spiegato da Macauda che l’aumento sarebbe stato inserito nel nuovo appalto aggiudicato dalla ditta Dusty che comprenderebbe anche la gestione del Centro Comunale di Raccolta e della pulizia delle erbacce nelle strade comunali.

Intanto  nell’aprile 2017 quando fu inaugurato il centro comunale di raccolta a supporto della raccolta porta a porta l’amministrazione faceva sapere che con l’installazione dei compattatori pet al Centro comunale di raccolta, al differenziata è aumentata di 2 punti percentuali (passando dal 22 al 24 %) permetterà un notevole risparmio in bolletta per gli utenti.

E nello scorso mese di gennaio dagli uffici comunali venivano trasmessi i seguenti dati: per il 2015 in città si differenziava il 20,65% del totale dei rifiuti; per il  2016 al 18,24%; per il 2017 la percentuale è salita fino al 31,16%, con picchi nei mesi di maggio al 45% e agosto al 42%.

Il consigliere comunale Tardonato di : “In un paese normale aumentando la differenziata dovrebbero diminuire i costi di servizio, ma a quanto pare in un paese anormale come Avola con l’aumento della percentuale della differenziata aumentano anche i costi per i cittadini. Quindi la differenziata è stata fatta male?” si chiede Tardonato che ovviamente fa riferimento non alla separazione di carta, cartone, plastica, vetro e quant’altro da parte dei cittadini, ma a quanto operato dall’amministrazione comunale.

“In questo mondo – continua Tardonato – i cittadini non vengono incentivati ma scoraggiati a e non differenziare recando così un  danno maggiore alle casse comunale”.

Tardonato, così come il consiglierie di opposizione Seby Rossitto di “Insieme per Avola” chiedono, in consiglio comunale convocato per il prossimo 28 marzo, di non approvare tale aumento scellerato per i cittadini ma di essere compatti ed uniti per il bene della città.