Avola, carcasse di agnello pronte per essere messe in commercio ma prive dei requisiti igienico-sanitari. Segnalati i due titolari per macellazione clandestina

Nell’ambito dei controlli intensificati in occasione delle festività pasquali, così come concordato tra le varie forze dell’ordine in sede di Comitato Provinciale per l’ordine e la Sicurezza pubblica, i Carabinieri della Compagnia di Noto hanno posto in essere anche mirate verifiche nel settore igienico sanitario.

In particolare, i militari delle Stazioni territoriali, supportati dai Carabinieri del Nucleo Antisofisticazione e Sanità di Ragusa e dal personale veterinario dell’ASP di Siracusa, hanno proceduto a mirati controlli nei confronti di alcuni esercizi commerciali dediti alla vendita di carne e pesce al fine di verificare il rispetto delle norme igienico-sanitarie di settore e la regolarità delle previste autorizzazioni amministrative.

Delle varie attività commerciali sottoposte a controllo, in 2 sono state riscontrate irregolarità nella normativa di settore: i titolari sono, pertanto, stati segnalati all’autorità giudiziaria per il reato di macellazione clandestina.

Nello specifico, a seguito di ispezione presso l’azienda ovi-caprina di C. A., avolese classe 1975, i Carabinieri del Nas hanno rinvenuto 15 carcasse di agnello già macellate e pronte per essere immesse in commercio. Le stesse, prive del bollino CE, erano detenute in maniera non conforme alle norme di settore all’interno di una cella frigo priva delle necessarie autorizzazioni. La carne, dal peso complessivo di circa 160 kg, è stata distrutta.

Analogamente, a seguito di ispezione presso la macelleria con annesso laboratorio di proprietà di B. C., avolese classe 1972, il personale veterinario dell’ASP di Siracusa unitamente ai Carabinieri della Stazione di Avola hanno rinvenuto 4 carcasse di agnello prive di bollino CE nonché ulteriori 40 kg circa della medesima carne già suddivisa in porzioni. Tutta la carne era priva di documentazione che ne attestasse la provenienza: la stessa, pertanto, è stata distrutta.

Continueranno con assiduità le attività svolte dall’Arma dei Carabinieri unitamente al personale dei reparti speciali al fine di garantire il rispetto delle norme vigenti nello specifico settore a tutela della salute dei consumatori.

Pubblicità

Ilaria Greco

Direttrice responsabile della testata giornalistica di Canale 8. Laureata presso l'Università degli Studi di Palermo, ha avuto diverse esperienze in varie redazioni giornalistiche sia televisive sia della carta stampata (TV ALFA, TRC, TV Europa, Canale 8, Lu Papanzicu - periodico di informazione, Europubblik - Ravanusa) nonché significative esperienze in alcuni programmi Rai e Sky (L'Italia sul Due, La Vita in Diretta, London Live 2.0, Volo in Diretta, I soliti Ignoti, Sky Calcio Show). Attualmente si occupa giornalmente del telegiornale, prepara servizi televisivi e scrive articoli per sito il web dell'emittente, coordina la redazione, gestisce il sito e ne cura la diffusione. Inoltre conduce il TG, la rassegna stampa, dirette televisive in occasione di eventi importanti nel panorama locale e programmi di approfondimento culturale e politico, di cui spesso è lei stessa l'ideatrice. La passione per la scrittura giornalistica va di pari passo alla scrittura poetica: ha partecipato all’evento internazionale “1oo Thousand Poets for Change” organizzato dalla Stanford University (California) e al concorso “I poeti del mandorlo e della natura” nell’ambito della 69° Sagra del Mandorlo in Fiore e 59° Festival Internazionale del Folklore, ricevendo una menzione speciale. Collabora con l'Istituto Superiore di Giornalismo in qualità di docente/relatrice e collabora all'organizzazione di corsi di aggiornamento. Avendo, inoltre, una preparazione culturale di ambito archeologico, ha collaborato con alcune riviste scientifiche e ha partecipato ad importanti campagne di scavo archeologico.