ANCE Sicilia preoccupata per il blocco del commercio sulla Messina Catania. Alle 22.00 riapre un tratto

Preoccupazioni dell’ANCE Sicilia sul trasporto di generi di prima necessità sull’autostrada Messina-Catania, dopo la frana di oggi. Alle 22.00 di questa sera riaprirà un tratto.

Palermo, 5 ottobre 2015 – Dopo il crollo del viadotto Himera sull’autostrada Palermo-Catania, la frana di oggi sull’autostrada Messina-Catania ha di fatto tagliato la Sicilia in tre parti.

Già proprio come la forma “triangolare” della nostra Regione che adesso deve fare i conti anche con la paralisi del commercio per via stradale. Infatti tutti i mezzi pesanti sono fermi lungo la Ss 114, sulla quale viene deviata la circolazione, lì c’è un angusto sottopasso che rende arduo il transito ai camion. Certamente tutte le province dell’Isola soffriranno per la difficoltà di approvvigionamento di merci e generi di prima necessità, di materie prime e semilavorati per l’industria manifatturiera, ma si è certi sulla prontezza del Governo Regionale a rispondere per riequilibrare lo status quo della viabilità.

“Questo fatto, ancorché prevedibile come dichiarano i tecnici del Consorzio autostrade siciliane, mette a nudo la gravissima responsabilità dei governi centrale e regionale e della deputazione nazionale e dell’Ars, che hanno tutti sottovalutato l’importanza di completare l’anello autostradale siciliano e di investire in maniera efficace sulla prevenzione del dissesto idrogeologico”, si legge dalla nota pervenuta dall’ANCE Sicilia.

“Cosa dovrà accadere ancora – si chiede Santo Cutrone,  presidente facente funzioni di Ance Sicilia – perché l’intera classe politica capisca che la situazione del territorio siciliano non può essere più presa sottogamba? Possiamo assistere inermi al massacro dell’economia siciliana?  O dobbiamo sperare ancora una volta in interventi ‘fai da te’ dei cittadini e dei Comuni che evidenziano tutta la sfiducia nella politica? No, non possiamo e non dobbiamo”, conclude.

Ma già in serata una carreggiata dell’A-18 chiusa da stamani a causa di una frana – tra Roccalumera e Giardini Naxos riapre. “Dalle ore 22 la carreggiata lato mare della tratta Giardini Naxos-Roccalumera sarà aperta al traffico dei mezzi pesanti e leggeri e percorsa nella sola direzione di marcia da Catania a Messina”, spiega una nota del Cas.

 

Corrado Tardonato

Pubblicità

Corrado Tardonato

Comunicatore pubblico, siciliano, classe ’87. Impegnato da anni nel settore della comunicazione politica ed istituzionale. Ho ricoperto vari ruoli quali il Responsabile stampa e comunicazione di soggetti politici ed istituzionali. Mi occupo di marketing politico ed elettorale (esperienza professionale condotta nel think thank PolisConsulting e in qualità di consulente per alcuni partiti politici), di comunicazione istituzionale presso enti pubblici, come il Comune di Monteprandone (AP) svolgendo attività di ufficio stampa e piani di comunicazione per migliorare la “brand reputation” dell'Ente; giornalismo e new media tra le verie esperienze in SudPress a Catania. Ho ricoperto il ruolo di responsabile commerciale e risorse umane presso una società di servizi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: