Aiuto è iniziata la scuola! Quante spese!! Niente paura: ecco alcuni consigli per risparmiare

Le scuole sono appena iniziate: l’Unione Nazionale Consumatori di Siracusa dispensa consigli salva- portafoglio alle famiglie siracusane alle prese con la spesa per il corredo scolastico.

Il presidente, Luigi Giarratana, rivolge un appello all’amministrazione affinché sia adottato il cosiddetto “paniere scolastico” contro il caro scuola.

Per le famiglie siracusane che già faticano a fare quadrare i bilanci, sostenere una spesa come quella del corredo scolastico e dei libri può diventare un vero problema -afferma Giarratana soprattutto se il figlio è più di uno e si è all’inizio di un ciclo di studi. Per iniziare a risparmiare è preferibile acquistare nei posti giusti: la cartolibreria sotto casa è probabilmente più comoda, ma nei moderni supermercati, in cui ormai è possibile anche prenotare i libri di testo, si può risparmiare fino al 30% rispetto alla cartolibreria.

Naturalmente girando per i fornitissimi scaffali del supermercato sarà più facile rimanere vittima degli acquisti d’impulso, tornando a casa anche con ciò che non serve, ma in quel caso dovete appellarvi soltanto al vostro senso critico! Un altro risparmio considerevole si conquista rinunciando ai prodotti alla moda: non sarà facile convincere i più piccoli a rinunciare allo zaino dei beniamini o all’astuccio che ha visto in tv, ma provate già da piccoli a renderli liberi dal mercato pubblicitario (ve ne saranno grati anche in futuro!) o cercate un compromesso: un set di quaderni all’ultimo grido in cambio di uno zaino più anonimo, ma di identica qualità. Non fatevi prendere poi dall’ansia del tutto e subito: la scorta di penne e matite, il compasso o il dizionario si possono

acquistare anche in un secondo momento.”

Anche per l’acquisto dei libri di testo è bene seguire dei piccoli accorgimenti salva-portafoglio -aggiunge Giarratana – acquistare ad esempio l’ultima edizione di un manuale non è sempre necessario se le differenze con il precedente sono poche; comprando un libro usato, soprattutto se direttamente da un altro studente, si risparmia poi fino al 50 per cento del prezzo di copertina. La stessa scuola dovrebbe favorire gli scambi tra studenti, consentendo l’affissione in bacheca di annunci e organizzando iniziative specifiche; senza contare che sarebbe positivo educare i più giovani alla condivisione utilizzando i libri della biblioteca o organizzando una sorta di comodato d’uso per cui gli studenti si impegnano a restituire il libro in buone condizioni alla fine dell’anno.

Un’altra soluzione moderna sono i libri in formato digitale: scaricarli sul tablet o il pc alleggerisce la spesa e anche gli zaini a condizione di non stamparli, quello sarebbe un vero e proprio spreco!

Ilaria Greco

Pubblicità

Ilaria Greco

Direttrice responsabile della testata giornalistica di Canale 8. Laureata presso l'Università degli Studi di Palermo, ha avuto diverse esperienze in varie redazioni giornalistiche sia televisive sia della carta stampata (TV ALFA, TRC, TV Europa, Canale 8, Lu Papanzicu - periodico di informazione, Europubblik - Ravanusa) nonché significative esperienze in alcuni programmi Rai e Sky (L'Italia sul Due, La Vita in Diretta, London Live 2.0, Volo in Diretta, I soliti Ignoti, Sky Calcio Show). Attualmente si occupa giornalmente del telegiornale, prepara servizi televisivi e scrive articoli per sito il web dell'emittente, coordina la redazione, gestisce il sito e ne cura la diffusione. Inoltre conduce il TG, la rassegna stampa, dirette televisive in occasione di eventi importanti nel panorama locale e programmi di approfondimento culturale e politico, di cui spesso è lei stessa l'ideatrice. La passione per la scrittura giornalistica va di pari passo alla scrittura poetica: ha partecipato all’evento internazionale “1oo Thousand Poets for Change” organizzato dalla Stanford University (California) e al concorso “I poeti del mandorlo e della natura” nell’ambito della 69° Sagra del Mandorlo in Fiore e 59° Festival Internazionale del Folklore, ricevendo una menzione speciale. Collabora con l'Istituto Superiore di Giornalismo in qualità di docente/relatrice e collabora all'organizzazione di corsi di aggiornamento. Avendo, inoltre, una preparazione culturale di ambito archeologico, ha collaborato con alcune riviste scientifiche e ha partecipato ad importanti campagne di scavo archeologico.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: