Avola: bar fantasma in piazza Umberto I. Irrompe la Guardia di Finanza

Parliamo di un noto bar del centro storico di Avola. Pare che esercitasse l’attività senza autorizzazioni amministrative!

Avola, 22 gennaio 2016 – Nell’ambito dei controlli nei confronti degli esercizi commerciali volti a contrastare la concorrenza sleale nei confronti degli operatori economici rispettosi delle regole, è stata effettuata un’azione congiunta tra Guardia di Finanza, Commissariato di P.S. di Avola ed il personale ispettivo dell’Azienda Sanitaria Provinciale di Siracusa – S.I.A.N. del Distretto di Noto, che ha permesso di scoprire gravi violazioni di tipo fiscale, amministrativo ed igienico – sanitario, poste in essere da un noto bar situato nel centro storico di Avola.

L’esercizio commerciale svolgeva la normale attività di somministrazione cibi e bevande nella principale piazza della città, in assenza delle prescritte autorizzazioni amministrative. Gli ulteriori approfondimenti effettuati dalle Fiamme Gialle e dal Commissariato di P.S. di Avola, hanno consentito di appurare palesi irregolarità riguardo al rilascio dei documenti fiscali emessi nei confronti degli avventori di turno. Nello specifico, il noto esercizio commerciale svolgeva l’attività non dichiarata di bar, pasticceria e gelateria avvalendosi di un identificativo fiscale riconducibile ad un ente no profit esercente un’attività completamente diversa da quella realmente svolta. Gli operanti riscontravano, altresì, che il “bar fantasma” operava in dispregio delle norme igienico – sanitarie ed avvalendosi dell’impiego di personale non regolarmente assunto. L’azione del Corpo rientra nell’attività di contrasto ai fenomeni evasivi di massa, mediante un attento controllo economico del territorio, il cui scopo non è solo quello di tutelare la pretesa erariale, ma anche l’economia “sana” da quanti ricorrono a pratiche di concorrenza sleale (abusivismo commerciale, attività imprenditoriali occultate dietro false organizzazioni no-profit ed utilizzo di lavoro irregolare). Le sanzioni complessivamente irrogate a seguito dell’intervento congiunto ammontano a circa € 18.000.

Pubblicità

Ilaria Greco

Direttrice responsabile della testata giornalistica di Canale 8. Laureata presso l'Università degli Studi di Palermo, ha avuto diverse esperienze in varie redazioni giornalistiche sia televisive sia della carta stampata (TV ALFA, TRC, TV Europa, Canale 8, Lu Papanzicu - periodico di informazione, Europubblik - Ravanusa) nonché significative esperienze in alcuni programmi Rai e Sky (L'Italia sul Due, La Vita in Diretta, London Live 2.0, Volo in Diretta, I soliti Ignoti, Sky Calcio Show). Attualmente si occupa giornalmente del telegiornale, prepara servizi televisivi e scrive articoli per sito il web dell'emittente, coordina la redazione, gestisce il sito e ne cura la diffusione. Inoltre conduce il TG, la rassegna stampa, dirette televisive in occasione di eventi importanti nel panorama locale e programmi di approfondimento culturale e politico, di cui spesso è lei stessa l'ideatrice. La passione per la scrittura giornalistica va di pari passo alla scrittura poetica: ha partecipato all’evento internazionale “1oo Thousand Poets for Change” organizzato dalla Stanford University (California) e al concorso “I poeti del mandorlo e della natura” nell’ambito della 69° Sagra del Mandorlo in Fiore e 59° Festival Internazionale del Folklore, ricevendo una menzione speciale. Collabora con l'Istituto Superiore di Giornalismo in qualità di docente/relatrice e collabora all'organizzazione di corsi di aggiornamento. Avendo, inoltre, una preparazione culturale di ambito archeologico, ha collaborato con alcune riviste scientifiche e ha partecipato ad importanti campagne di scavo archeologico.