Siracusa: Russoniello (M5S) si interroga sull’apertura del camposcuola Di Natale

Nessuna novità ancora in merito l’apertura del camposcuola Pippo Di Natale. Ad accendere i riflettori su un’opera tanto attesa in città è Silvia Russoniello, del Movimento 5 Stelle e consigliere comunale.

“I lavori sono cominciati ad aprile – dichiara Russoniello –  c’era anche l’impegno di portare a termine la manutenzione straordinaria entro 60 giorni. Ma ad oggi nessuna informazione in merito l’apertura ufficiale del campo”. A soffrire maggiormente sono ovviamente le società sportive e gli oltre 300 amatori che frequentavano la struttura per svolgervi, in pista o fuori pista, attività fisica all’aperto.

“In un incomprensibile silenzio, nessuno pare curarsi di quel cancello ancora chiuso. Chiediamo al sindaco Francesco Italia, peraltro fino a poche settimane addietro assessore allo Sport, di intervenire in prima persona anche per dirimere eventuali controversie che rischiano di inficiare il risultato finale. Come ad esempio il passaggio relativo alla figura del direttore tecnico della struttura, prevista dall’articolo 3 del regolamento del camposcuola ma non ritenuta necessaria dal Comune. O ancora la collaborazione con la sezione locale della Fidal, posto che l’interesse pubblico all’informazione sullo stato dell’arte e sulla fruizione della struttura pubblica è preminente. Motivi per i quali ho predisposto una apposita interrogazione consiliare. Il Pippo Di Natale è una struttura senza eguali in Sicilia. Bene i lavori e la nuova omologazione ma non sono accettabili i ritardi e le disattenzioni. Per oltre un mese si sono attese risposte da Milano circa le vibrazioni in pista, registrate tramite apposito apparecchio, e certificate su carta per la prevista omologazione, pare finalmente ottenuta senza alcuna comunicazione in merito sul sito dell’Ente. Il 7 settembre ci sono i campionati italiani ed i giovanissimi atleti siracusani dovranno allenarsi a Catania, costretti alla spola continua da un cancello chiuso e pochissime comunicazioni al riguardo” conclude la consigliera comunale.