Siracusa, “Plastic Free Challenge” e fondi per l’edilizia scolastica approvati in Consiglio comunale

Esprime grande soddisfazione Chiara Catera, capogruppo del gruppo consiliare Cantiere Siracusa, per l’approvazione in aula dell’atto di indirizzo voluto da Gianluca Scrofani .
“Servono azioni concrete ed immediate in tema di edilizia scolastica – dichiara la capogruppo – La sicurezza delle scuole che ospitano i nostri bambini non può più attendere e chiediamo che sia prioritaria rispetto alla azione di governo di questa amministrazione. La salute degli edifici comunali – conclude Catera – versa in uno stato irreversibile e ha bisogno di interventi urgenti e non più rinviabili a causa delle condizioni disagiate e di effettivo rischio sicurezza”.

Attraverso questo atto di indirizzo sarà possibile destinare congrue somme al capitolo dedicato all’edilizia scolastica. Infatti, verranno utilizzati il 30% delle somme destinate ad investimenti in tema di lavori pubblici e il 30% di quelli del fondo di riserva del sindaco per un valore economico che può aggirarsi intorno ai 350mila euro annui.

Quanto alla mozione sul tema “Plastic Free Challenge”, questa consentirà al Comune di aderire alla sfida che punta a liberare i palazzi delle istituzioni dalla plastica usa e getta, grave fonte di inquinamento ambientale, dando mandato ai responsabili di ogni settore di interrompere gli acquisti di oggetti in materiale plastico “vergine” privilegiando quelli di plastica riciclata o di altri materiali.

“Il provvedimento di Giunta dovrà essere accompagnato anche da una campagna di sensibilizzazzione tale da rendere consapevole il cittadino dei danni che si arrecano all’ambiente con le proprie abitudini di vita. È un tema di grandissima attualità e di enorme impatto ambientale e rientra tra le priorità che ci siamo dati con il nostro gruppo consiliare Cantiere Siracusa”, dichiara Chiara Catera.

Adesso si punterà finalmente all’eliminazione progressiva della plastica monouso da tutti i servizi e dagli eventi organizzati e patrocinati dal Comune.