Siracusa: M5S e raccolta differenziata

Nella città aretusea procede, non senza difficoltà, l’estensione della raccolta “porta a porta” che dovrebbe arrivare a coprire tutto il territorio entro il 16 Giugno. Una fase alquanto complicata dovuta, principalmente, a coloro che non vogliono eseguire la raccolta differenziata e che non si sono ancora recati a ritirare i contenitori. Ma secondo M5S il problema sarebbe da imputare anche ad una cattiva gestione da parte dell’Amministrazione Comunale. In una nota del Movimento 5 Stelle – Meetup Siracusa si legge :”Ortigia è un sito patrimonio dell’Unesco ed è il centro strategico dell’industria turistica da cui così tanto dipende lo sviluppo del territorio siracusano. Purtroppo, l’approccio già dall’avvio del servizio pare essere complessivamente inadeguato. Pertanto, si rende urgente operare i necessari correttivi per riportare al decoro il centro storico, ma di più: è indispensabile che Ortigia sia ineccepibile dal punto di vista dell’igiene urbana anche e soprattutto agli occhi del visitatore”. Per questo risulta indispensabile la creazione di isole ecologiche presidiate e una raccolta dei contenitori distribuiti a partire dalle utenze non domestiche, prime fra tutte le cosiddette utenze food. A questo si aggiunge la necessità di verificare che i mezzi per la raccolta dei rifiuti siano a norma, ovvero che siano a tenuta per evitare la dispersione di percolato.