Protesta davanti la Prefettura domani da parte dell’UGL Polizia Peniteziaria del carcere di Cavadonna

E’ prevista per domani mattina la manifestazione di protesta da parte dell’UGL Polizia Penitenziaria per protestare contro la precaria condizione in cui si è costretti a lavorare presso la struttura penitenziaria di contrada Cavadonna.

A nulla è infatti servita la manifestazione di protesta dello scorso mese. Gli agenti penitenziari, secondo il segretario nazionale dell’UGL Nello Bongiovanni, continuano a lavorare in precarie condizioni con turnazione inverosimili tanto che  a volte si è costretti a coprire anche oltre 12 ore consecutivi di lavoro.

A ciò si aggiunge l’indisponibilità dell’Amministrazione, ad attivare qualsiasi procedura, per poter garantire i diritti minimi del personale dipendente, unitamente a carichi di lavoro accettabili ed a misure atte a preservare l’integrità anche fisica del personale dipendente sottoposto a continui fattori di rischio; è carente anche il vestiario oltre che i mezzi necessari per svolgere le quotidiane attività lavorative.

Per tali motivi domani gli agenti penitenziari protesteranno davanti la prefettura chiedendo anche di poter incontrare il Prefetto