Priolo Gargallo ricorda i Caduti di Nassiriya

Questa mattina presso la piazza “Caduti di Nassiriya” di Priolo Gargallo, la cerimonia in ricordo dell’omonimo attentato, in cui persero la vita diverse persone tra cui 12 carabinieri, 5 militari dell’esercito italiano, 11 civili di cui 2 italiani e 9 di origine irachena e una ventina di feriti tra militari e civili, a causa della deflagrazione, dinanzi alla base MSU (Multinational Specialized Unit) italiana dei carabinieri, di un camion cisterna, carico di esplosivo.

Nel giorno della ricorrenza della strage, che coinvolse alcuni militari italiani, i quali presero parte, nel 2003, alla missione militare in Iraq, denominata “Operazione Antica Babilonia”, anche la cittadina di Priolo Gargallo ha ritenuto doveroso commemorare quel sacrificio, un atto eroico compiuto da numerosi nostri connazionali che, con coraggio, si sono offerti per garantire la pace internazionale. In mattinata, su iniziativa della associazione Lamba doria, è stata deposta una corona di alloro presso il monumento edificato in ricordo dei caduti di Nassiriya, perpetuando un piccolo, ma, sentito gesto, che viene reso in onore di tutti quei soldati italiani vittime dell’attentato suicida.

Alla cerimonia hanno preso, tra gli altri parte: l’onorevole Filippo Scerra, il sindaco di Priolo Gargallo Dott. Pippo Gianni, il referente per Priolo dell’associazione “Lamba Doria”, dott. Rosario Pulvirenti, il comandante della Compagnia Carabinieri di Siracusa, Magg. Alessandro Chichi ed il comandante della Stazione dei Carabinieri locale, Mar. Magg. Natalino Barbagallo.