Pachino: “Costa Barocca”, al via le adesioni per l’uso del marchio

Pubblicato l’avviso per l’utilizzo del nuovo marchio “Costa Barocca”, istituito dal Distretto turistico degli Iblei. L’avviso è destinato a tutte le organizzazioni, di natura pubblica e privata, che svolgono attività e servizi nell’ambito della filiera turistica e che hanno sede nel territorio dei comuni del Distretto. «Un brand nuovo – ha dichiarato il sindaco, Roberto Bruno, che svolge anche il ruolo di presidente del comitato strategico del Distretto degli Iblei -, contribuirà a migliorare la promozione turistica e commerciale dell’intero sudest in cui il nostro territorio ha già un ruolo di primo piano». Proprio in funzione dell’avvio del marchio, il consiglio di amministrazione ha già approvato la Carta di valorizzazione turistica.

L’adesione al marchio è sottoposta al possesso di precisi requisiti, meglio specificati nell’avviso, è gratuita e non ha scadenza. L’istanza potrà essere presentata in qualsiasi momento, o cartacea nella sede del Distretto (Libero consorzio di Ragusa via Del Fante 11 Ragusa), oppure in documenti digitali alla mail distrettodegliiblei@gmail.com .

«Un marchio identificativo di territorio unico – ha continuato il sindaco Bruno –, per attrarre visitatori e aggregare gli operatori del settore. Ritengo sia lo strumento giusto per perseguire l’ obiettivo di mettere assieme le eccellenze del territorio e promuoverle, in maniera chiara e maggiormente identificativa, come un’unica meraviglia agli occhi del turista».

Il brand “Costa Barocca” interessa tre comuni del Siracusano, Pachino, Portopalo e Rosolini, dodici comuni del Ragusano, e quattro comuni del Catanese Grammichele, Licodia Eubea, Mazzarrone, Vizzini.

Tra gli impegni del Distretto, per chi otterrà l’utilizzo del brand “Costa Barocca”, l’inserimento in una piattaforma informatica digitale, i kit di adesione e il materiale informativo e promozionale e il coinvolgimento in tutte le attività di promozione della destinazione del marchio.

«Dopo aver negli ultimi anni promosso il territorio della Sicilia sudorientale – ha sottolineato il sindaco – nelle principali fiere turistiche del mondo (tra cui Londra, Berlino e Rimini), adesso il Distretto vuole offrire un servizio in più ai potenziali visitatori, che potranno organizzare la propria vacanza con facilità e scrupolo, poiché saranno in grado di conoscere tutte le realtà presenti nel territorio messe in rete: dagli indirizzi delle strutture alberghiere ed extra alberghiere, passando per ristoranti, pizzerie, escursionismo e transfer per gli aeroporti»