Omicidio Loredana – il vicario don Di Noto: “uccidere è il gesto più abietto”

Sull’omicidio dell’infermiera 47enne Loredana Lopiano è intervenuto anche il Vicario foraneo di Avola, don
Fortunato Di Noto che dichiara: “Uccidere una persona è quanto mai il più abietto gesto di chi non è
capace di gestire la ostilità e di chi ritiene che con l’odio si appianano i conflitti. L’uccisione della Signora Loredana Lopiano colpisce tutta la comunità religiosa e civile. Non ci trovano parole per esprimere a nome di tutto il Vicariato di Avola, profondo cordoglio e preghiera per la morte della Signora Loredana Lopiano, stimata caposala
nel Reparto Oncologico dell’Ospedale cittadino. L’efferato delitto ci induce a pensare come le conflittualità nelle relazioni umane, se non aiutate e accompagnate, generano episodi gravi e in certa misura irreversibili. E’ intollerabile accettare, in ogni caso, questi epiloghi che mostrano il volto disumano dell’uomo che ha perso di vista il rispetto per l’altro. Tutta la comunità si stringe ai familiari e assicura la preghiera e la solidarietà”.