Nuovo ospedale di Siracusa, interviene Bongiovanni, consigliere comuni Iblei “Capire come verrà realizzato”

Il consigliere dell’Unione dei Comuni Valle degli Iblei Sebastiano Bongiovanni scrive al presidente dell’Unione dei Comuni “Valle degli Iblei”, al Presidente del consiglio dell’unione dei comuni ed al segretario generale, sulla questione del nuovo ospedale di Siracusa.

Bongiovanni sottolinea l’esigenza di capire sia dove verrà realizzata la nuova struttura, ma soprattutto come “considerando che già la provincia di Siracusa ha subito molti tagli nella sanità” si legge nella nota.

“Avevamo nella zona montana la maggior parte delle ambulanze medicalizzate, adesso nemmeno una, avevamo 45 Unità Ospedaliere Complesse e ne vengono assegnate 35, cioè 10 in meno; avevamo 59 Unità Operative Semplici e ne vengono assegnate solo 36, cioè 23 in meno. Abbiamo, quindi, 33 Unità Operative Sanitarie in meno che, di fatto, stroncano i nostri ospedali, i nostri reparti, la ricerca e la carriera dei nostri medici che, per avere una progressione di carriera, saranno costretti ad emigrare. E a proposito delle Unità Operative Sanitarie, solo alcuni esempi dei risultati dello scippo: scompare la USD di Oculistica di Avola, la UOC di Farmacia di Lentini, la UOC di Direzione di Strutture Sanitarie, sempre di Lentini. Non abbiamo alcuna UOS nelle tre Chirurgie di Avola, Lentini e Siracusa, nessuna UOS nelle 4 Medicine, nessuna UOS nelle 3 Ortopedie, una sola nelle Malattie Infettive, senza UOC la Psichiatria, che pure ha 45 posti letto” spiega Bongiovanni che con la nota chiede l’integrazione a  quanto già deliberato dal consiglio .