Noto: Si presenta in un negozio per una ricarica postepay ma esibisce i documenti di un’altra persone. Denunciato dalla polizia

Gli  Agenti del locale commissariato di polizia hanno denunciato M.C. di 44 anni residente a Noto, già conosciuto alle forze di polizia, per i reati di tentata truffa e ricettazione perché lo scorso 9 ottobre avrebbe tentato un furto in un negozio del centro abitato. Una dipendente riferiva agli operatori di polizia che si era presentato in quell’esercizio commerciale un uomo di circa 40 anni che, esibendo un foglietto con indicato un numero di postepay ed un numero di codice fiscale, chiedeva una ricarica di 62 euro. A tale richiesta la dipendente, come da prassi, invitava l’uomo a consegnare i documenti previsti, carta d’identità e tessera sanitaria. L’individuo si assentava e, poco dopo, tornava esibendo una carta d’identità ed una tessera sanitaria intestate ad una donna. Quando la dipendete, accortasi che si trattava di persona diversa, chiedeva all’uomo delucidazioni questi si allontanava frettolosamente.

Gli operatori di Polizia, ricevuta la segnalazione hanno avviato un’attività investigativa eseguendo i primi accertamenti sui documenti esibiti dall’uomo, e lasciati presso l’esercizio, che risultavano intestati ad una donna. Quest’ultima raccontava agli Agenti che nella mattinata dell’8 ottobre aveva raggiunto l’ufficio postale per effettuare delle operazioni e solo il giorno successivo si accorgeva di non aver più con sé il portafogli e i documenti.

La donna, ignara, scopriva che in realtà era stata vittima di un furto con destrezza da parte di ignoti e che i suoi documenti di identità e la tessera sanitaria erano entrati in possesso di un individuo che, a sua volta, li aveva esibiti presso un esercizio commerciale al fine di effettuare una ricarica. In merito a tali fatti, la donna sporgeva denuncia al Commissariato. I Poliziotti, infine, esperite le necessarie indagini, riuscivano ad identificare l’uomo, già noto per molteplici precedenti specifici in tema di truffa.