Noto. Morte del senegalese, Balde Abdoul mentre giocava a calcio, denunciato un 43enne per omicidio colposo

I fatti risalgono a gennaio scorso quando in un centro di accoglienza il giovane senegale Balde Abdoul di 19 anni perse la vita mentre giocava a calcio nel campo adiacente. Perdendo l’equilibrio è caduto  in prossimità del margine del campo impattando con il capo contro il muro in calcestruzzo. Il violento impatto provocava un ematoma ed edema cerebrale cui seguiva la constatazione del decesso.

Dopo 9 mesi di indagini è stato  denunciato O.T. di 43 anni, residente a Siracus per omicidio colposo. All’uomo è stato infatti contestato il fatto che, in qualità di responsabile di un centro di accoglienza per migranti, per mera negligenza, non aveva impedito agli ospiti della struttura di utilizzare il campo da gioco nonostante a ridosso dello stesso vi fosse un muro in calcestruzzo e non aver adottato alcuna iniziativa per rimuoverlo né contromisure che eliminassero o attenuassero il rischio di incidenti