Mantova capitale della Cultura. Sorbello chiede i motivi dell’esclusione di Siracusa

Mantova scelta come Capitale della Cultura 2016. La città riceverà finanziamenti pari a un milione di euro. Il consigliere Sorbello chiede i motivi per l’esclusione di Siracusa.

Siracusa, 28 ottobre 2015. Alla fine è stata scelta Mantova come Capitale italiana della cultura 2016. Ricordiamo che a concorrere c’era anche Siracusa, che appunto non è stata presa in considerazione.

Mantova, culla del Rinascimento, corte dei Gonzaga, Patrimonio dell’umanità per l’Unesco, in questi mesi ha messo in opera un’agguerrita battaglia a suon di progetti e recuperi del patrimonio, battendo le “rivali” Aquileia, Como, Ercolano, Parma, Pisa, Pistoia, Spoleto, Taranto e Terni. Per loro, però, la corsa è tutt’altro che conclusa, perché proprio tra le finaliste sconfitte il 25 gennaio si proclamerà la Capitale del 2017, per poi andare a regime, anno dopo anno, dal 2018.

Per quel che concerne Siracusa, il consigliere comunale Salvo Sorbello ha rivolto un’interrogazione per conoscere i motivi che hanno portato Siracusa a non concorrere per il titolo di Capitale italiana della cultura per gli anni 2016 e 2017.

Sono state 24 le città italiane che hanno concorso al titolo, assegnato dal Ministero dei beni, delle attività culturali e del turismo, tra cui Agrigento e Viterbo. Le due città vincitrici riceveranno rispettivamente un milione di euro di finanziamento per progetti culturali, oltre agli effetti ed alle ricadute d’immagine positive.

C. T.

Corrado Tardonato

Comunicatore pubblico, siciliano, classe ’87. Impegnato da anni nel settore della comunicazione politica ed istituzionale. Ho ricoperto vari ruoli quali il Responsabile stampa e comunicazione di soggetti politici ed istituzionali. Mi occupo di marketing politico ed elettorale (esperienza professionale condotta nel think thank PolisConsulting e in qualità di consulente per alcuni partiti politici), di comunicazione istituzionale presso enti pubblici, come il Comune di Monteprandone (AP) svolgendo attività di ufficio stampa e piani di comunicazione per migliorare la “brand reputation” dell'Ente; giornalismo e new media tra le verie esperienze in SudPress a Catania. Ho ricoperto il ruolo di responsabile commerciale e risorse umane presso una società di servizi.