Lavoratori in nero e condizioni igienico-sanitarie precarie. Giro di vite dei poliziotti a Siracusa

La Squadra Mobile della Questura di Siracusa con la collaborazione dei commissariati di Pachino, Lentini e Avola, e dell’Ispettorato del Lavoro, ha effettuato serrati controlli sul territorio al fine di contrastare il fenomeno del traffico degli essere umani, del lavoro nero e delle irregolarità nelle aziende.

E’ stata controllata un’azienda agricola di Pachino, all’interno della quale erano impiegati 40 stranieri, tutti regolari nel territorio nazionale, ad eccezione di un tunisino al quale è stato notificato un decreto di rifiuto di permesso di soggiorno emesso dal Questore di Ragusa.

A Lentini, invece, gli Agenti della Squadra Mobile del Commissariato. di Lentini, dell’Ispettorato Territoriale del Lavoro di Siracusa e del Dipartimento Prevenzione Veterinario dell’Azienda Sanitaria Provinciale di Siracusa, hanno riscontrato che i prodotti lattiero-caseari di un’azienda agricola risultavano privi di tracciabilità, nonché lavorati in condizioni igienico sanitarie non idonee ed in assenza delle procedure di autocontrollo, per cui sono stati sequestrati e distrutti. È stata sospesa, quindi l’attività imprenditoriale dell’azienda agricola e due cittadini stranieri di nazionalità albanese, irregolari sul territorio nazionale,  sono stati espulsi con Decreto del Prefetto e con Ordine del Questore.