La Regione proroga la convenzione con gli enti delle aree protette

Prorogate le convenzioni con gli Enti gestori delle Aree naturali protette in Sicilia. Il provvedimento della Giunta Musumeci mira garantire la governance delle strutture nelle more dell’approvazione del disegno di legge che istituisca l’Agenzia regionale per le Aree protette.
La proroga, proposta dall’assessore all’Ambiente Toto Cordaro, coinvolge gli Enti già affidatari delle diverse Riserve naturali, i geositi, i Siti di interesse comunitario (Sic), le Zone speciali di conservazione (Zsc) e le Zone di protezione speciale (Zps) non affidate ai Parchi regionali, nonché le Aree tutelate in base a convenzioni e accordi internazionali (Ramsar e Iba).
«Garantiamo in questo modo – commenta il presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci – la corretta prosecuzione delle varie attività di gestione, scongiurando il pericolo di un’interruzione che causerebbe seri problemi di natura ambientale. L’obiettivo che ci siamo posti rimane, comunque, quello dell’Agenzia regionale che gestisca il settore in modo unitario e con una visione generale, nel pieno rispetto della normativa comunitaria e nazionale in materia ambientale e d’intesa con le associazioni ambientaliste»