La difficile trasferta di Biancavilla regala al Marina di Ragusa certezze e ottimismo

 

E’ un’analisi trasparente e reale quella che emerge dopo tre mesi di campionato di Eccellenza. Non si tratta di bilancio, ma un resoconto di quanto successo in queste dodici giornate di andata. Biancavilla ha rappresentato per la squadra uno spartiacque perché si è acquisita la consapevolezza della reale forza del gruppo. E proprio sul gruppo, lo spogliatoio, che Mister Salvatore Utro ha sempre puntato per raggiungere l’obiettivo, qualsiasi esso sia.

“Non ho mai dubitato della forza della squadra – commenta il Direttore Generale, Nunzio Calogero – neanche quando l’inizio del campionato ci ha messo a dura prova. Non abbiamo mai mollato, dando la giusta misura alle sconfitte, analizzando i tanti perché, senza perdere mai di vista qual è il nostro obiettivo: la salvezza. E quando parlo di salvezza, non intendo sminuire il lavoro di ognuno di noi. Anzi. Siamo stati bravi a mantenere la calma anche quando le condizioni erano avverse. Insomma non abbiamo mai perso la trebisonda. Abbiamo lavorato sempre a testa bassa. Abbiamo sempre lottato e mai nessun avversario ha messo in seria difficoltà la squadra. E abbiamo lavorato sempre con umiltà rispettando i nostri avversari di turno. Ci aspetta un mese impegnativo sia sotto l’aspetto fisico che sotto l’aspetto mentale. Dobbiamo continuare a sudare e lottare a testa bassa, senza guardare la classifica, come è giusto che sia per una matricola del campionato.”

Sono queste le parole del DG in vista di un mese di dicembre molto impegnativo per l’ASD Marina di Ragusa. Dicembre che metterà alla prova i ragazzi di Utro con due partite in casa: il Rosolini domenica 02-12 e il Santa Croce il 09-12. Due partite molto delicate ed allo stesso tempo anche stimolanti. La prima perché il Rosolini è reduce dalla bruciante sconfitta proprio contro i camarinensi, mentre contro il Santa Croce si tratta ti un derby, e come tale è una gara imprevedibile. 

A queste due partite occorre aggiungere anche la gara di andata di Coppa Italia valevole per la semifinale contro lo Scordia in casa degli etnei. Alla fine ne esce fuori un quadro importante ed impegnativo. Sarà un mese di dicembre fondamentale.