I Cobas chiedono chiarimenti sul futuro dei lavoratori IGM

L’Organizzazione Sindacale Confederazione Cobas Provinciale di Siracusa, in merito alle problematiche riguardanti i lavoratori dell’IGM Rifiuti Industriali di Siracusa, chiede informazioni e delucidazioni per il nuovo affidamento  previsto per il primo di dicembre.

“Riteniamo utile sottolineare, le preoccupazioni dei lavoratori occupati in passaggi gestionali successivi sia per quanto riguarda le garanzie della conservazione del posto di lavoro, sia per quel che riguarda una organizzazione certa, di mantenimento di svolgimento di mansioni previste dagli accordi già stipulati in precedenza e quelli che rientrano senza difformità nel CCNL. Riteniamo altrettanto utile accogliere le attese e le istanze dei cittadini per un efficiente servizio di igiene urbana ancora lontano dagli obbiettivi prefigurati dalla amministrazione comunale. Tempi e modalità di esecuzione della raccolta sono stati deludenti, probabilmente dovuti anche ad un rincorrere di ricorsi giudiziari laceranti.  Saremo a fianco dei lavoratori per la massima tutela dei loro diritti. Stiamo con i cittadini stanchi di vedere le proprie abitazioni e la propria città patrimonio dell’Unesco, risultare, secondo i dati nazionali, tra le ultime in vivibilità. Siamo sempre e comunque disponibili con l’Amministrazione Comunale e le imprese di raccolta a confronti utili per migliorare le condizioni di salubrità garantita a tutti.” si legge nella nota trasmessa