Giornata mondiale del rifugiato: al Teatro greco di Siracusa un incrocio di arti per la solidarietà. Tra gli altri, Leo Gullotta

Sul palco Leo Gullotta, Red Canzian con la figlia Chiara, Micha Van Hoecke, Moni Ovadia, Mario Incudine, Peppe Servillo, Anita Vitale, Rita Abela e gli allievi dell’Accademia d’arte del dramma antico

Siracusa, 5 giugno 2017 – Una serata all’insegna dell’arte per celebrare la Giornata mondiale del rifugiato. Per l’undicesimo anno la Fondazione Inda è tra i protagonisti dell’iniziativa promossa dall’Alto commissariato delle Nazioni Unite per tenere alta l’attenzione su questo fenomeno di trasformazione epocale che troppo spesso assume connotati drammatici. Anche quest’anno l’Inda ha deciso di celebrare questo momento così importante, con artisti della musica, del teatro e dello spettacolo.

L’appuntamento è in programma il 19 giugno, alle 20,30, al Teatro greco di Siracusa e sul palco in un vero e proprio incrocio di arti si alterneranno Leo Gullotta, Red Canzian con la figlia Chiara, il regista e coreografo Micha Van Hoecke solo pochi mesi fa splendido protagonista del convegno internazionale di studi coreutici organizzato dall’Inda e poi ancora Moni Ovadia, Mario Incudine, Peppe Servillo, storico leader degli Avion Travel, la cantante Anita Vitale, l’attrice siracusana Rita Abela e gli allievi dell’Accademia d’arte del dramma antico.

La mission della Fondazione Inda, attraverso la promozione della cultura classica, mira tra l’altro a formare cittadini consapevoli e responsabili – ha dichiarato il commissario straordinario dell’Inda Pier Francesco Pinelli – ed in questo disegno rientra la celebrazione della Giornata mondiale del rifugiato a Siracusa, uno dei territori europei più impegnati nella gestione dell’emergenza del fenomeno migratorio”.

Alla serata, che vedrà gli artisti sul palco passarsi idealmente il testimone tra poesia, canto, danza e teatro, parteciperanno anche Antonella Basilone, rappresentante dell’Alto commissariato delle Nazioni Unite per i rifugiati e la giornalista Elvira Terranova.

La prevendita dei biglietti è già aperta sia a Palazzo Greco in corso Matteotti, dal lunedì al sabato dalle 10 alle 13, che al botteghino del Teatro Greco, dal martedì alla domenica dalle 10 alle 19 e il lunedì dalle 10 alle 18. I proventi della serata saranno devoluti in beneficenza. Lo scorso anno i fondi donati dell’Inda sono stati utilizzati per la realizzazione di un’area gioco per i bambini sbarcati nel porto di Augusta.

Ilaria Greco

Direttrice responsabile della testata giornalistica di Canale 8. Laureata presso l'Università degli Studi di Palermo, ha avuto diverse esperienze in varie redazioni giornalistiche sia televisive sia della carta stampata (TV ALFA, TRC, TV Europa, Canale 8, Lu Papanzicu - periodico di informazione, Europubblik - Ravanusa) nonché significative esperienze in alcuni programmi Rai e Sky (L'Italia sul Due, La Vita in Diretta, London Live 2.0, Volo in Diretta, I soliti Ignoti, Sky Calcio Show). Attualmente si occupa giornalmente del telegiornale, prepara servizi televisivi e scrive articoli per sito il web dell'emittente, coordina la redazione, gestisce il sito e ne cura la diffusione. Inoltre conduce il TG, la rassegna stampa, dirette televisive in occasione di eventi importanti nel panorama locale e programmi di approfondimento culturale e politico, di cui spesso è lei stessa l'ideatrice. La passione per la scrittura giornalistica va di pari passo alla scrittura poetica: ha partecipato all’evento internazionale “1oo Thousand Poets for Change” organizzato dalla Stanford University (California) e al concorso “I poeti del mandorlo e della natura” nell’ambito della 69° Sagra del Mandorlo in Fiore e 59° Festival Internazionale del Folklore, ricevendo una menzione speciale. Collabora con l'Istituto Superiore di Giornalismo in qualità di docente/relatrice e collabora all'organizzazione di corsi di aggiornamento. Avendo, inoltre, una preparazione culturale di ambito archeologico, ha collaborato con alcune riviste scientifiche e ha partecipato ad importanti campagne di scavo archeologico.