Donna viene aggredita dal compagno perché gli ha sottratto 160 euro

I militari della stazione di Siracusa sono dovuti intervenire per quitare una lite tra due conviventi. A contattare i carabinieri è stata la donna che ha denunciato l’aggressione del compagno.

Giunti sul posto i militari hanno effettivamente trovati i 2 conviventi fuori dal portone di casa assieme al figlio undicenne. Ai carabinieri la donna ha dichiarato di essere stata colpita con un pugno all’occhio perché il compagno non la voleva far uscire di casa. L’uomo invece ha detto che la donna gli aveva sottratto 260 euro dai pantaloni.

Effettuati ulteriori accertamenti è emerso che l’uomo era già stato ammonito dal Questore per fatti analoghi e pertanto veniva condotto dai Carabinieri presso i locali della Compagnia di Siracusa per le incombenze del caso.

Nel frattempo la donna che aveva affermato di volersi recare presso il locale pronto soccorso per ricevere cure, in realtà si è diretta verso l’attività commerciale del convivente dove presta la propria attività lavorativa come dipendente e ha sottratto un’ulteriore somma di euro 160,00 dalla cassa. I Carabinieri quindi appresa la notizia si sono recati sul posto per avere spiegazioni dalla donna e in quell’occasione sono stati oggetto di insulti, minacce e resistenza da parte della stessa. A questo punto anche la donna è stata condotta presso i locali della Compagnia di Siracusa ove è stata denunciata per i reati di furto, resistenza e oltraggio a Pubblico Ufficiale