Diretta Conferenza Stampa del Procuratore Giordano sull’omicidio di Laura Petrolito

E’ appena iniziata la conferenza stampa da parte del Procurato Capo Giordano sull’uccisione di Laura Petrolito che conferma l’arresto per Paolo Cugno, il compagno di “Lauretta” per omicidio.

E’ stato confermato quindi l’ennesimo caso di femminicidio, con una parziale confessione da parte di Paolo Cugno, compagno della giovane mamma Laura Petrolito.

Aggiornamento ore. 11.35 – Il Colonnello Grasso sta dettagliatamente spiegando l’accaduto. Dall’allarme lanciato dai genitori della giovane Laura nella tarda serata di Sabato intorno alle ore 22.

L’omicidio si sarebbe verificato a seguito di una ennesima lite. La coppia risultava infatti non “amalgamata” come ha dichiarato il Colonnello Grasso durante la conferenza. In campagna, dove i 2 si erano recati anche per accudire gli animali presenti nel terreno e di proprietà dei due.

Aggiornamento ore 11,37: Giordano “E’ un omicidio d’impeto”. Dagli atti formali non risultano denunce o atti di violenza. Il Procuratore Capo sottolinea che le indagini sono ancora all’inizio. E le informazioni dettagliate verranno fornite dopo. Alla domanda se ci fosse stata anche un’aggressione fisica il Procuratore Capo ipotizza che da una lite verbale si è passato all’omicidio ma non si esclude anche l’aggressione fisica che sarà confermata dall’autopsia sul corpo della donna.

Aggiornamento ore 11,40: Il procurato conferma che la ragazza è rimasta incastrata nel pozzo e questo ha facilitato il ritrovamento del corpo.

Aggiornamento ore 11,42: Al momento i due vivevano a casa del padre di Laura. Paolo Cugno era noto alle forze dell’ordine locali.

Aggiornamento ore 11,46: Il Procuratore capo Giordano conferma che la confessione non è stata immediata ma dopo circa 6 ore “ed è di pari passo dalla presa di coscienza” di ciò che si è fatto. E si capisce che la collaborazione con le forze dell’ordine è l’unica soluzione. Il movente è la gelosia, conferma il Procuratore Giordano

Aggiornamento ore 11,48: Per la ricostruzione dell’accaduto conferma il Colonnello Grasso è stato importante la collaborazione con i familiari per rintracciare Cugno e poi risalire al luogo dove era stato occultato il corpo della giovane vittima

Conferenza stampa conclusa ore 11.55