Consiglio comunale, seconda giornata dedicata al question time chiusa la sessione iniziata ieri mattina

Quasi interamente esaurito l’ordine del giorno dedicato al question time che ha impegnato il consiglio comunale per due giornate. Unico argomento non trattato, su 62, è stato quello sul regolamento del servizio idrico, proposto da Federica Barbagallo (per altro oggi assente), ma l’assessore Pierpalo Coppa ha assicurato il capogruppo Ferdinando Messina che fornirà comunque una risposta scritta.

I lavori, in seconda convocazione dopo la chiusura anticipata di ieri pomeriggio per mancanza del numero legale dopo che erano stati affrontati 30 argomenti, sono ripresi stamattina sotto il coordinamento del vice presidente Michele Mangiafico. In apertura, però, ha preso la parola Salvatore Castagnino che ha ricordato come il suo gruppo abbia presentato, dall’insediamento del Consiglio, oltre 76 interrogazioni ma che nessuna è stata messa all’ordine del giorno. Il consigliere ha aggiunto che ritiene sbagliato inserire nella seduta dedicata al question time solo i documenti presentati per la circostanza, aggiungendo che si riserva una richiesta di annullamento della seduta.

In tutto sono state affrontate 31 interrogazioni (i testi sono nella mail inviata ieri). Queste le risposte.

 

Simone Ricupero, interrogazione 31 sul Teatro comunale. L’assessore alla Cultura, Fabio Granata, ha spiegato che la gestione attuale è affidata in regime di proroga, e fino al 30 giugno, alla Erga srl. Ciò è stato deciso perché le autorizzazioni per il funzionamento del Teatro sono allo stato in capo alla stessa Erga e c’era il rischio di dovere interrompere la stagione di prosa. Per il futuro, l’indirizzo dell’Amministrazione è per una gestione pubblica con un direttore artistico. Sulla forma deciderà il consiglio comunale. Saranno lasciati ai privati solo la logistica e i servizi aggiuntivi.

 

Ricupero, interrogazione 32 su diretta televisiva dei lavori del consiglio comunale. La risposta è arrivata dalla dirigente Loredana Caligiore, che ha evidenziato come è necessario avviare una procedura di gara con tutti gli elementi previsti. Allo stato si sta tentando di definire i costi di questo appalto e le modalità dell’espletamento del servizio. Intanto è stata attivata al diretta streaming sul sito istituzionale.

 

Ricupero, interrogazione 33 sulla distribuzione dei mastelli per la raccolta differenziata nel quartiere Tiche. Il materiale, ha detto l’assessore Coppa, doveva essere consegnato già da mesi dal precedente gestore del servizio di igiene urbana, ma ciò non è avvenuto. La distribuzione è ripresa all’inizio di questa settimana proprio per Tiche e senza costi per l’utente.

 

Ricupero, interrogazione 34 sulla conferma della sede comunale di via Monte Lauro a servizio del quartiere. L’assessore al Decentramento, Fabio Moschella, ha ricordato come tutta la materia sia in fase di riordino alla luce della cancellazione delle circoscrizioni e che si sta andando verso un’estensione del digitale e dei servizi on-line. Tuttavia, l’Amministrazione non ha alcuna riserva a confermare la sede di via Monte Lauro.

 

Ricupero e Ferdinando Messina, interrogazioni 35 e 36 sul ricorso di Giuseppe  Ansaldi. L’assessore agli Affari legali, Alessandra Furnari, ha spiegato che non è arrivata alcuna notifica ma che gli uffici sono stati informati, tramite Pec, dall’avvocato Carta di avere assunto la difesa di Ansaldi e di Francesco Ortisi e di avere consegnato gli atti agli ufficiali giudiziari per le notifiche. L’avvocato Carta ha aggiunto di non ritenere il Comune controparte in questa vicenda, ma senza specificare chi lo sarà.

 

Curzio Lo Curzio, interrogazione 37 su miglioramento segnaletica stradale in prossimità  di scuole e siti turistici. L’assessore Giovanni Randazzo e il dirigente Gaetano Petracca hanno risposto che i contenuti del documento sono stati inseriti negli interventi già avviati.

 

Lo Curzio, interrogazione 38 su qualità dell’aria. L’assessore Coppa ha detto che la rete di monitoraggio appartiene al Libero consorzio di comuni e all’Arpa, che forniscono al Comune dei report periodici. Tuttavia è possibile monitorare l’andamento giorno per giorno collegandosi al sito del Libero consorzio.

 

Lo Curzio, interrogazione 39 sulla fruizione della costa. L’assessore Giusy Genovesi ha chiarito che gli uffici stanno lavorando ad un piano di riqualificazione attraverso interventi che rendono possibile anche la fruizione. L’attenzione è rivolta particolarmente alle aree soggette a rischio idrogeologico, mentre si sta procedendo con il piano di recupero della falesia nella zona di contrada Isola.

 

Lo Curzio, interrogazione 40 su acquisto cestini per le deiezioni canine. Anche in questo caso, ha detto l’assessore Coppa, doveva essere il precedente gestore del servizio di igiene urbana a comprarli e montarli ma ciò non è stato. Lo farà l’Amministrazione grazie ad un emendamento al bilancio 2018 votato dal consiglio comunale.

 

Lo Curzio, interrogazione 41 sulla cura degli spazi verdi urbani. Le imprese che si occupano del servizio, ha detto l’assessore Genovesi, stanno effettuando un censimento generale. Concluso questo passaggio, si deciderà cosa fare e l’Amministrazione sta prendendo in considerazione la possibilità di avvalersi di raggruppamenti di associazioni per la fase di implementazione degli interventi.

 

Chiara Ficara, interrogazione 42 su riqualificazione di contrada Palazzo a Cassibile. Per l’assessore Coppa, la questione e complessa in quanto, come rilevano gli uffici, si tratterebbe di un intervento esteso, il cui costo è stimato in due milioni di euro, poiché nella zona si è costruito prima che fossero create le opere di urbanizzazione primaria e secondaria. La soluzione prospettata è di sfruttare le risorse previste dai programmi di finanziamento dedicati alle periferie, come fatto di recente in un’altra zona di Cassibile attraverso un progetto di social housing.

 

Ficara, interrogazione 43 su metanizzazione a Cassibile. Anche se, allo stato, non sono previsti lavori in tal senso, l’assessore Coppa si è impegnato a trarre spunto dalla segnalazione per affrontare la questione nelle sedi opportune.

 

Ficara, interrogazione 44 sulla raccolta rifiuti e alla lotta alle discariche abusive nelle contrade Spinagallo e Sant’Elia. La questione è già all’attenzione del settore Ambiente, ha detto l’assessore Coppa, e sono stati disposti dei servizi di controllo che saranno ulteriormente rafforzati a breve con la collocazione di fotocamere di sorveglianza. In aggiunta, a breve sarà presa la decisione se realizzare in zona un centro comunale di raccolta.

 

Ficara, interrogazione 45 su valorizzazione del Castello Eurialo, Ginnasio romano e Tempio di Giove. L’assessore Granata ha confermato quanto detto in una recente intervista sull’importanza, anche economica, di valorizzare i tre siti. Due le strade indicate: quella più auspicabile è che si proceda in tempi brevi all’istituzione del parco archeologico; la seconda è di ripetere esperienze positive fatte in altre città siciliane affidando, attraverso il Comune, i siti ad associazioni riconosciute dal ministero e dalla Regione che si occupino della gestione e della valorizzazione, mentre la custodia resterebbe in capo all’assessorato regionale.

 

Ficara, interrogazione 46 su Agenda digitale e sviluppo delle competenze informatiche. Il responsabile del servizio, Giacomo Alia, ha chiarito che il Comune, già dal 2003, ha cominciato a prevedere delle speciali aree all’interno del sito istituzionale. Ogni sezione contiene informazioni in ambito istituzionale e ludico e, in particolare, nell’area dedicata ai bambini, con link rivolti  all’educazione digitale, si possono apprendere e sviluppare competenze informatiche attraverso il gioco. L’Amministrazione, tuttavia, è sensibile al contrasto di fenomeni che isolano troppo gli utenti a discapito della socializzazione.

 

Giovanni Boscarino, interrogazione 47 su illuminazione pubblica non funzionante in via Benalì, a Tivoli, e in contrada Renella. Gli uffici hanno risposto che si trattano di impianti di competenza del Libero consorzio di comuni.

 

Francesco Burgio, interrogazione 48 su pagamento utenze della Cittadella dello sport e della palestra “Pino Corso”. L’assessore Nicola Lo Iacono ha informato che risultano non pagate utenze per complessivi 520mila euro da parte del gestore, a cui il Comune ha già inviato due diffide. Il gestore ha risposto di voler pagare ma ha fatto notare che gli impianti hanno richiesto interventi non previsti al momento della consegna. I tecnici stanno effettuando le verifiche; allo stato il ricorso da azioni più drastiche rischierebbe di mettere duemila ragazzi nelle condizioni di dover interrompere la pratica sportiva.

 

Burgio, interrogazione 49 su incentivi al personale per il recupero dell’Ici evasa. Il dirigente del settore Entrate, Vincenzo Migliore, ha spiegato che il compenso viene calcolato sul 90 per cento della somme recuperate nella misura del 3 per cento. La distribuzione avviene in relazione al tempo impiegato, al tipo di apporto dato, al profilo professionale e alle mansioni svolte.

 

Burgio, interrogazione 50 su riscossione della tassa di soggiorno. Sempre il dirigente Migliore ha risposto che l’ufficio effettua controlli sulla regolarità dei versamenti ricorrendo, in caso di mancato riscontro, alle diffide e, successivamente, alle segnalazioni alla Procura del tribunale e alla Procura della corte dei conti. Inoltre il Comune ha aderito al sistema di riscossione per le prenotazioni effettuate attraverso la piattaforma Airbnb.

 

Burgio, interrogazione 51 su ripristino del manto stradale dopo la possa della rete Open Fiber. Il dirigente Natale Borgione ha fornito una risposta scritta con la quale ha chiarito che le modalità di scavo e ripristino sono contenuti dalla convenzione con il Comune; l’assessore Coppa ha spiegato che si tratta comunque di lavori che si avvalgono di deroghe previste da norme speciali dello Stato ma si è riservato di presentare una relazione più dettagliata.

 

Burgio, interrogazione 52 su convenzione con Russottfinance per lavori al parcheggio Talete. Il Rup del Comune, Giuseppe Vinci, ha relazionato che le opere sono state consegnate il 6 giugno del 2017 e che nel corso di un sopralluogo di un anno fa si evidenziò la mancanza sulla terrazza di un’adeguata guaina impermeabilizzante. Inoltre si prese atto dello stato di degrado generale della struttura per cui è compito del Comune indicare le priorità rispetto alle opere da realizzare. Quanto al problema dell’allegamento per le piogge, la causa è da ricercare nella differente quota del piano stradale e nelle pendenze che portano l’acqua all’interno dei parcheggio.

 

Le interrogazioni di Ezechia Paolo Reale sono state illustrate in aula da Cetty Vinci. In risposta al quesito 53 sui fondi del Bando periferie, l’assessore Lo Iacono ha detto che, dopo una comunicazione del ministero competente, gli importi sono stati inseriti nel bilancio pluriennale 2018-2020.

 

Reale, interrogazione 54 su regolamento asili nido. La dirigente Caligiore ha spiegato che il regolamento fissa le modalità del servizio messo a gara ma non la durata in quanto si tratta di una scelta politica. Il pagamento non avviene in base alla capienza massima di ogni asilo (il cosiddetto vuoto per pieno) ma con il criterio del costo utente per mese, quindi in base al numero reale dei bambini. Le graduatorie vengono stilate tenendo conto in prima battuta delle condizioni delle famiglie e poi in base alla presentazione delle domande. Tutti i posti messi a disposizione sono coperti, inoltre da oggi sono funzionanti gli asili del tribunale e di via Servi di Maria; gli altri saranno aperti gradualmente, si stima al massimo in una decina di giorni. Solo dopo si insedierà il comitato di gestione previsto dal regolamento.

 

Reale, interrogazione 55 sulla realizzazione del sito Internet della Film commission con incarico alla Globalsystem di Milano. L’assessore Lo Iacono ha detto che in favore di questa società risulta solo un impegno di spesa ma mai pagato perché manca la determina di liquidazione. Si è riservato approfondimento su cosa sia accaduto e sull’esecuzione dell’incarico.

 

Reale, interrogazione 56 su opuscolo dedicato ai risultati dell’amministrazione Garozzo. Sempre l’assessore Lo Iacono ha detto che in bilancio non risulta un impegno di spesa per tale iniziativa. Nessun provvedimento è stato fatto dall’Ufficio stampa in tal senso; allo stesso ufficio risulta che l’opuscolo sia sta preparato a spese dell’ex sindaco.

 

Reale, interrogazione 57 su mancata approvazione del bilancio consuntivo 2017. Il rendiconto in questione, ha affermato l’assessore Lo Iacono, è stato approvato dalla Giunta il 4 dicembre scorso ed è all’attenzione dei revisori dei conti. Quello del 2018 sarà esaminato dalla Giunta a breve.

 

Cetty Vinci, interrogazione 58 su asili nido. I ritardi, ha detto la dirigente Caligiore, sono stati legati al fatto che si è dovuto procedere a espletare singole gare per ogni asilo poiché non tutte le strutture sarebbe state pronte allo stesso momento. Nella condizioni date, si è scelta la soluzione più veloce ed economica attraverso una procedura negoziata con la quale sono stati invitati soggetti delle province di Siracusa e Ragusa.

 

Boscarino, interrogazioni 59 e 60 su ristrutturazione case Cipe e sanatorie. Il Comune, hanno scritto gli uffici, sta partecipando a un bando per un finanziamento da 2,5 milioni per lavori sulle facciate dei palazzi e sugli impianti in chiave di efficientamento energetico. Quanto alla sanatoria sugli alloggi occupati prevista dalle norme regionali, l’avviso è stato pubblicato il 16 ottobre, sono state presentate 72 domande e per 55 è già stata fatta la verifica sul possesso dei requisiti. Successivamente si passerà ai contratti di locazione per i quali è prevista una compartecipazione degli assegnatari alle spese di registrazione e di imposte di registro.

 

Le ultime risposte sono state date all’interrogazione numero 1, ieri non trattata, e alla 23, rimasta in sospeso. La prima – a firma di Michele Mangiafico, Carlos Torres e Gaetano Favara – si occupava della sicurezza di riviera Dionisio il Grande percorsa ad alta velocità dalla auto. Scartati i dossi proibiti ormai dalla legge, il dirigente Petracca ha scritto di essere allo studio di una soluzione alternativa e che intanto sono state reperite le somme.

La seconda, la numero 23, a firma di Alessandro Di Mauro, era sulla pulizia degli alberi di viale dei Comuni. Il dirigente Gaetano Brex ha scritto che quelle piante non sono state inserite nel capitolato d’appalto ma che l’ufficio provvederà ad effettuare in intervento.