CC Ortigia incontrano la Florenzia sabato alla “Paolo Caldarella”

«Poco o nulla da dire, bisogna soltanto vincere», Enrico Caruso, numero 1 biancoverde, sintetizza così l’impegno di sabato prossimo (inizio alle ore 14) contro la Florentia alla “Paolo Caldarella”.

«Abbiamo metabolizzato la sconfitta di Napoli e vogliamo reagire subito – continua il portiere siracusano – Abbiamo tanta rabbia e credo ci sia soltanto bisogno di tornare a vincere. Abbiamo rivisto il match e sappiamo di non aver fatto una partita al nostro livello. Ora ci aspetta una partita sicuramente non semplice ma dobbiamo restare concentrati come sappiamo benissimo fare.»

All’Ortigia mancherà Boris Vapenski, appiedato dal giudice sportivo dopo l’espulsione subita a Casoria. 

«Un’assenza importante, quella di Boris – continua Caruso – alla quale dovremo ovviare con uno sforzo ulteriore.»

Coach Stefano Piccardo ha lavorato sulla condizione e sulla capacità di reazione della sua squadra. L’Ortigia, dopo nove giorni terribili, è riuscita a rifiatare per ritrovare il ritmo partita abituale.

«La Florentia ha tenuto bene, nell’ultimo turno, per tre tempi contro Brescia – commenta il tecnico ligure – Dovremo stare molto attenti e restare concentrati. Abbiamo lavorato parecchio sulle situazioni di gioco sapendo di non poter contare su Vapenski. I ragazzi hanno grande voglia di reagire subito. Domani dedicheremo la prima parte della giornata ad una sessione di video analisi e nel pomeriggio faremo la classica rifinitura.»