Calcio, il siracusa segna quattro goal al Cosenza e vola in classifica

Siracusa – Terza vittoria consecutiva del Siracusa che abbatte il Cosenza che una rimonta di quelle che verranno ricordate a lungo. Gli azzurri salgono a nove punti , con una partita in meno, guardano dall’alto quasi tutte le squadre del girone C della terza serie. I Silani erano  stati l’ultima squadra, nel primo turno degli scorsi play off, a calcare il vecchio manto erboso del Nicola De Simone e la prima ad inaugurare il nuovo terreno sintetico dello stadio aretuseo, che rimane  uno stadio dell’anteguerra ma almeno si è dotato di un terreno all’avanguardia. Al netto dei festeggiamenti  e della gioia del ritorno degli azzurri tra le mura amiche dopo tre trasferte consecutive, l’inizio è stato dei più traumatici. Dopo un quarto d’ora i silani erano già avanti di due goal lasciando presagire un pomeriggio da dimenticare. Ma gli ospiti non avevano fatto i conti con il grande cuore degli azzurri e con l’importante lavoro mentale che mister Bianco sta costruendo nello spogliatoio azzurro. Gli aretusei si rimboccavano le maniche e, aiutati dall’incitamento del pubblico, mai venuto meno anche nel momento più negativo della gara, riuscivano già nel primo a raddrizzare l’incontro, prima con una inzuccata di Grillo, aiutata dalla sorte, con il pallone che si infilava tra palo e portiere, e con un eurogoal di Emanuele Catania che dal limite dell’aria faceva partire un tracciante impossibile da respingere per il portiere ospite. Gli aretusei erano pure sfortunati con una palla che veniva salvata sulla linea di porta da un difensore cosentino quando il pubblico già gridava al goal. Dopo i fuochi d’artificio del primo tempo, nella ripresa ne due squadre tiravano il fiato dando vita ad una fase di studio, ad un quarto d’ora dalla fine ci pensava Sandomenico, arrivato dalla Juve Stabia con la fama di inventore di goal spettacolari, a far esplodere il De Simone con un diagonale tutto in velocità  che prima di insaccarsi toccava i due pali della porta calabrese. Nei minuti di recupero ara ancora il folletto campano a sugellare la sua prestazione mettendo a segno il quarto goal della sicurezza.  Adesso arriva l’Andria nel recupero di martedi. Fa bene il mister Bianco a predicare calma ed umiltà, ma qualcuno inizia a volare alto con i pensieri.

Gabriele Astuto