Calcio, il Siracusa bocciato dal Lecce con tre staffilate

Il Siracusa non passa l’esame di maturità, perdendo contro il Lecce la partita che secondo tanti doveva dare al campionato degli azzurri la sua reale fisionomia. La compagine pugliese si è dimostrata squadra delle grandi individualità e dalla grande caratura tecnica, completamente trasformata dalla guida di Liverani che ha portato i giallorossi ad inanellare un filotto di vittorie grazie alle quali comandano solitari la classifica del girone. Gli ospiti hanno costruito la vittoria nel prima parte della gara grazie ad i goal di Armellino e Di Piazza, con il Siracusa che ha solo risposto con una doppia occasione di Mancino e Scardina, quest’ultimo sicuramente non nella migliore serata. Nella ripresa il Lecce ha messo a segno il goal della staffa con uno splendido tiro al volo di Tsonev che da solo valeva il prezzo del biglietto. A questo punto il Siracusa con l’orgoglio ed il cuore che spesso la squadra azzurra ha trovato in questo campionato h provato a rialzarsi e grazie ad una bella girata di testa di Catania su azione di calcio d’angolo ha accorciato le distanze traendo lo spunto per esercitare una buona pressione in un finale concitato nel quale è stato espulso l’allenatore aretuseo Bianco. Il risultato non cambiava, ma i giocatori azzurri sono comunque usciti tra gli applausi del non numerossissimo pubblico accorso al De Simone. Adesso il Siracusa deve comunque cercare di rimanere nelle posizioni nobili della classifica e dare nuovo vigore ad un campionato che gli azzurri stanno comunque portando avanti in maniera grandemente positiva.

Gabriele Astuto