Calcio, doppietta del Siracusa che riscatta la sconfitta interna

Dopo la sconfitta interna contro la Paganese, che aveva immediatamente sollevato un vespaio di polemiche e di critiche nei confronti della squadra e dell’allenatore Bianco, il Siracusa si riprende subito la scena espugnando il Granillo di Reggio Calabria con una prestazione perentoria con cui non ha lasciato scampo ai padroni di casa che erano reduci da una serie utile di quattro partite. Dopo una primissima fase in cui gli amaranto hanno mantenuto l’iniziativa, gli azzurri hanno rapidamente preso in mano le redini del gioco passando con Bernardo che con una mezza girata dentro l’area ha lasciato partire un tracciante imprendibile per il portiere di casa Cucchietti. Subito dopo  arrivato il raddoppio, grazie ad un bel contropiede suggerito da Mangiacasale e concluso in rete da Liotti. Poi dopo il doppio vantaggio, ancora tanto Siracusa, con il terzo goal sfiorato in almeno un paio di occasioni, di cui una a botta sicura con un colpo di testa di un sempre positivo Turati. Il secondo tempo si trascinava con gli azzurri sempre padroni del gioco e con la Reggina mai pericolosa , se si esclude un occasionissima capitata su un calcio di punizione battuto dall’attaccante amaranto  Bianchimano e magistralmente respinta da Tomei. Nel finale per il Siracusa arrivava anche un legno colpito da Mazzocchi. Adesso gli azzurri si issano al quarto posto in solitudine, cancellano il passo falso interno contro la Paganese e si preparano ad affrontare il Lecce al De Simone, in una partita che potrà dire molto sulla reale portata delle ambizioni azzurre.

Gabriele Astuto