Avola: Minacciava e usava violenza contro i genitori, il fratello e le cugine. Denunciato in polizia è stato arrestato

E’ finito l’incubo per una intera famiglia avolese continuamente minacciata anche con l’uso di armi da parte di un ventenne avolese.

Gli agenti del locale commissariato hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti di Giuseppe Nastasi di 28 anni per i reati di maltrattamenti in famiglia, lesioni personali aggravate e porto di armi o oggetti atti ad offendere.

La misura cautelare è stata adottata dal G.I.P. del Tribunale di Siracusa, all’esito delle indagini svolte dagli investigatori del Commissariato in seguito alle denunce presentate dai familiari dell’uomo, in particolare i genitori e il fratello ma anche dalle cugine, vessati da anni di molestie, violenze, minacce con l’uso di coltelli e forbici, danneggiamenti all’abitazione ed a suppellettili oltre a frequenti, pesanti atteggiamenti intimidatori, spesso finalizzati all’elargizione di somme di denaro per l’acquisto di stupefacenti.

Nastasi è stato condotto nel carcere di Siracusa.